Translate

giovedì 27 febbraio 2014

Strudel sfogliato di pere, noci e mandorle

Ho fatto questo strudel al volo perché avevo un caro amico a cena e non avevo nulla di dolce apparte le pere e un rotolo di pasta sfoglia e quando ho messo in tavola i due ingredienti è stato automatico elaborare questa delizia.. ma non immaginavo uscisse così. Il nostro amico ha vissuto tanti anni in Svizzera e ha la mamma che fa la pasta strudel in casa!! Ma ci ho provato lo stesso perché so che comunque apprezza questo dolce. Vi ho sbriciolato dentro un pezzo di torta al miele di castagno che avevo fatto per al colazione e il sapore con le pere e le noci non poteva che essere divino!!! Provatelo, è davvero una leccornia!!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia pronta
200 gr di biscotti sbriciolati o altro dolce secco (pan di spagna o un tortano)
4 pere
1 cucchiaio di miele di castagno
gherigli di noce (10-15 circa)
50gr di mandorle a scaglie
80gr di burro fuso
2 cucchiai di zucchero di canna
5 gocce di aroma di vaniglia
3 gocce di aroma di rum
1 cucchiaino di cannella in polvere (se vi piace - al mio maritino no..sigh)
burro e zucchero di canna q.b. per la guarnizione


Accendente il forno a 180° in modalità ventilata. Sbucciate le pere, tagliatele a tocchetti, mettetele in una ciotola e conditele con lo zucchero, le noci tritate grossolanamente, le mandorle a scaglie, il miele, i biscotti e il burro fuso, gli aromi di vaniglia e rum. Srotolate la pasta sfoglia in una pirofila da forno, lasciando come base la carta forno in cui era avvolta. Posizionare il ripieno di pere al centro e chiudete a libro la pasta sfoglia sigillando con delicatezza e le estremità. Poco prima di mettere in forno (se no tenere il composto nel frigo) spennellare la superficie con un po di acqua (appena appena per inumidirla). Praticate dei tagli precisi e leggeri, con un coltello affilato e liscio, ogni 4-5 cm perpendicolarmente al senso del composto. Servirà a non far deformare la pasta in cottura. Aggiungere in superficie i fiocchetti di burro (molto fini) e cospargerla di zucchero di canna. Infornare per 15 minuti a 180°, poi altri 15 minuti a 160 e eventualmente mantenere in forno fino a doratura. Servire freddo o al massimo tiepido, spolverizzato di zucchero a velo, con un bicchierino di Bombardino (Hmmm! solo ai "grandi") o della crema inglese alla vaniglia! Per altre dolcezze di pasta sfoglia vai QUI!









lunedì 24 febbraio 2014

Brutti ma buoni al cocco

I brutti ma buoni che conoscevo io erano con la frutta secca tradizionale.. ma questa versione facilissima al cocco realizza il desiderio del mio maritino, che adora questo frutto in tutte le sue versioni.. e pubblicherò molte altre ricettine per farlo contento.. E' una ricetta, come piace a me, un po basica, veloce e buonissima ;)

Ingredienti


220 g Farina di cocco

150 g Burro
4 Uova
150 g Farina bianca tipo 00
150 g Zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci


Riscaldate il forno a  160°. Mescolate il burro ammorbidito con la farina di cocco e poi aggiungete tutti gli altri ingredienti. Amalgamate per rendere il tutto un'impasto omogeneo.

Con le mani formate delle pallettine e poneteli su di una teglia ricoperta con la carta da forno. Fateli cuocere per 30 minuti. Serviteli freddi con una bella tazza di the.. buooooniii!!




Sformato di patate zucchine e speck

Questo sformato è una vera delizia, è fatto con l'idea del gateaux di patate, ma è fatto con le zucchine. Ottimo per i giovani che non amano le zucchine e per gli adulti. Pratico da portare al lavoro, perché buonissimo anche freddo e ideale per una scampagnata o una gita "fuori porta" come si usa a Roma.

Ingredienti

3 patate grandi
4 zucchine medio-grandi
1 confezione di panna da cucina
50gr di speck tagliuzzato a striscioline
80 gr di parmigiano o grana grattugiato
1 mozzarella o fiordilatte
2 uova intere
pan grattato q.b.
Sale, pepe nero e olio evo q.b


Grattugiate le patate e le zucchine con una mandolina (o il robot da cucina) e mettete tutto in un contenitore con la panna, il parmigiano, lo speck, la mozzarella/fiordilatte tagliato a cubetti, le uova, un pizzico di sale e una spolverata di pepe. Amalgamate il tutto e trasferitelo in una teglia antiaderente da 20cm ben oliata. Per sformarlo bene dopo la cottura ritagliate un fondo con la carta forno da mettere alla base della teglia e oliatela comunque. Spolverizzate la superficie con pangrattato, parmigiano/grana e un filo d'olio. Cuocete in forno, per 30 minuti, e lasciatelo extra time per far gratinare la superficie. Se serve cambiate la funzione del forno in "grill". Si può fare anche al microonde ma conviene pre-cuocere in padella le patate e le zucchine e travasare in un piatto per microonde "crisp" e il traliccio per alzarlo verso il grill 8-10 minuti con il programma combinato e poi altri 4-6 minuti con solo il grill. Servitelo tiepido e fate attenzione quando lo sformate!!









venerdì 21 febbraio 2014

VIS JAM: concorso "Le storie del bosco"

Anche quest'anno è stato indetto questo concorso dalla VIS JAM di Lovero (Sondrio) che conosco bene da diversi anni. Ho passato molte vacanze in Valtellina e in compagnia delle loro fantastiche marmellate (e non solo) .. buone, talmente buone da far impazzire la mia famiglia. 
A Natale ormai è un ordine fisso!
Il concorso si intitola "le storie del bosco" ci sono interessantissimi premi per i giovani, giovanissimi/e scrittori/trici che inventeranno la più bella storia sul bosco e i suoi fruttosi abitanti. Ho deciso di segnalarvelo, perché è una bellissima iniziativa, far scrivere i ragazzi e far lavorare la loro fantasia sui soggetti della natura, in poche parole, non si usa più.. e mi fa ricordare quando ero piccola...ricordi molto belli e felici. 
Partecipate e fate partecipare i vostri cuccioli/le!! Genitori, nonni e amici aiutate i vostri cuccioli! Per postare le storie sul sito del concorso bisogna essere maggiorenni. Il concorso partirà dal 1 marzo e si concluderà il 15 giugno 2014.

Ecco il link per tutte le informazioni! http://storiedelbosco.visjam.com/

E' ancora in linea l'edizione 2013 con le stupende storie scritte dai bambini come hanno partecipato. 

domenica 16 febbraio 2014

Polpettone saporito con salsa di peperoni


Faccio spesso il polpettone , ma questo è un po speciale perché nel macinato c'è un po di mortazza :D-- che buooonaaaa.. peccato che non me la possa permettere spesso.. ma è davvero buona. Inoltre la salsa di peperoni ci si sposa proprio bene, dà quel gusto deciso e agrodolce che rende il polpettone un piatto da servire a cena agli amici.. come ho deciso di fare. I ragazzi impazziranno e impareranno ad apprezzare i peperoni!!






Ingredienti per 4/6 persone:

500 g di macinato di manzo
100gr di mortadella in una fetta
2 uova intere,
100/150 gr di pane raffermo,
100gr di parmigiano o grana (abbondate)
4 peperoni (io avevo gialli e verdi)
1 spicchio di aglio
olio evo e sale q.b.

Ammorbidite il pane raffermo nell'acqua, dopodiché strizzatelo bene e mettetelo in una ciotola con la carne tritata, le uova, il parmigiano e un pizzico di sale. Se volete potete aggiungere un po di prezzemolo fresco tritato al momento, io non ne avevo. Amalgamate gli ingredienti e versare l’impasto su un foglio di carta forno che avete velocemente bagnato d'acqua e strizzato con delicatezza. Avvolgete la carne nella carta forno a caramella. Cuocetelo al microonde 8-10 minuti alla massima potenza. Togliete la carta forno e rimettetelo nel microonde altri 5-6 minuti con il grill. Girandolo una volta sottosopra per farlo dorare e asciugare. 



Mentre il polpettone cucina, lavate e mondate i peperoni e tagliateli a strisce sottili e versateli nella saltapasta con due cucchiai di olio in cui sfrigola l'aglio a pezzi grossi. Quando l'aglio si è dorato toglietelo. Salate i peperoni, girateli e fateli cuocere 20 minuti a fuoco dolce coperti da un coperchio. Controllare spesso e se serve allungare con poca acqua. A cottura ultimata frullate i peperoni, fino ad ottenere una crema e servitela accompagnando il polpettone caldo tagliato a  fette. Sentirete che bontà!!! 



 


sabato 15 febbraio 2014

Spaghetti alle vongole



Gli spaghetti con le vongole sono una cosa assolutamente deliziosa. Molti di voi conoscono bene questo piatto, ma ci vuole qualche trucchetto per farlo decentemente.. in verità piccoli accorgimenti cambiano un piatto che all'apparenza sembra essere molto semplice.. Io ne ho raccolti un po' nel tempo, ma se ve ne viene qualcuno in mente non esitare ad aggiungerlo postando sui commenti! Questa ricetta è in bianco.. a me piace anche aggiungere qualche pomodorino pachino o piccadilly, quando ce ne ho di freschissimi e saporiti, se no meglio niente! Anche in questo caso la qualità dei singoli ingredienti deve essere eccellente!! le vongole devono essere freschissime ed eliminate quelle aperte prima della cottura e quelle chiude dopo la cottura!!

Ingredienti per 2 persone:

500g di vongole veraci (o lupini se sono più freschi)
200g di spaghetti n. 5 (grossi!!) trifolati al bronzo (ruvidi)
3 spicchi d'aglio
1 bicchiere di vino bianco
3 cucchiai di olio evo, sale e pepe q.b.
un ciuffo prezzemolo
una punta di cucchiaino di peperoncino (facoltativo)

Mettete a spurgare le vongole, dopo averle battute sul piano una ad una (se avete tempo), in abbondante acqua fredda, a cui avete aggiunto un pugno di sale grosso. Le vongole vanno spurgate almeno un paio di ore.. e questo è il minimo "sindacale"! Se non avete tempo rischiate di mangiare spaghetti e sabbia.. nonostante io vi consigli, più avanti, di filtrare il sugo..la sabbia rimane nella polpa della vongola..Dopo un paio di ore l'ideale sarebbe farle spurgare in acqua senza sale un'altra oretta.. se no potete iniziare a portare ad ebollizione l'acqua per cuocere gli spaghetti. Dopo aver pulito le vongole  fate soffriggere 1 cucchiaino di olio con 1 spicchio di  aglio nella saltapasta. Aggiungeteci le vongole quando l'aglio sfrigola, coprite con un coperchio e fatele aprire a fuoco vivace per una decina di minuti.

Spegnete il fuoco, mettete da parte le vongole temporaneamente e sgusciatene un po' più della metà lasciando le restanti con il guscio. Filtrate con un passino il liquido di cottura in una garza pulita di cotone o lino per rimuovere gli ultimi residui di sabbia. Fate soffriggere nella saltapasta svuotata gli altri 2 spicchi di aglio in 2-3 cucchiai di olio e rimettete le vongole e il liquido filtrato nella saltapasta e aggiungetevi il bicchiere di vino a fuoco vivace. Fate evaporare la parte alcolica del vino e spegnete. Mettete a cuocere gli spaghetti per 5 minuti e accendete sotto le vongole. Rimuovete l'aglio. Con un mestolo portate gli spaghetti nella saltapasta, ancora visibilmente al dente, quasi crudi, e lasciatevi l'acqua bollente della pasta vicino a  portata.  Saltateli con le vongole e finite la cottura della pasta saltando la pasta con le vongole e il loro sughetto. Se il sugo dovesse essere troppo poco allungate con l'acqua della pasta, Fate addensare il tutto, assaggiate ed eventualmente salate (probabilmente non serve - attenzione!!!! - rischiate di buttare tutto!!!).
Pepate e aggiungete 1/2 del prezzemolo che avrete tritato finemente a coltello pochi minuti prima (se no scurisce e diventa amaro). Alternativa al prezzemolo è anche la menta fresca (poca) e al posto del pepe potete mettere il peperoncino, ci sta anche meglio.. Serviteli al dente .. la pasta scotta.. non piace a nessuno e cospargetelo di prezzemolo tritato al momento.




venerdì 14 febbraio 2014

Cuoricino di muffin ai 3 cioccolati e cocco

Buon S. Valentino!! Non ne sono mai stata una fan sfegatata, ma apprezzo l'attenzione all'amore che evoca in questo giorno. Per chi non ha qualcuno nel presente e che ha molto amato nel passato e all'amore in generale, per un figlio, per un parente e anche per un amico a cui si è dato tutto e da cui si riceve tutto! 
Un pensierino .. questo cuoricino ai 3 cioccolati fondente, cacao amaro e bianco. 
I cioccolatini li ho fatti come descritto QUI e usando uno stampo a cuoricini.




Ingredienti per 6 cuoricini circa:

100gr di cioccolato fondente
50gr di cacao amaro
80gr di cioccolato bianco
250 gr. di farina “00”
100 gr. di zucchero semolato
50 gr. di burro
1 bustina di lievito per dolci
3 uova
1 bicchiere di latte
cioccolato bianco a pezzi
20 gr. di farina di cocco
3 gocce di aroma rum
zucchero a velo


Sciogliete al microonde il cioccolato fondente con il burro, con 2-3 colpetti da 30 secondi e mescolando dopo ogni colpetto. In alternativa scioglierlo a bagnomaria.  Aggiungete al cioccolato fondente prima lo zucchero e mescolare bene e poi le uova, la farina, il latte e il cacao amaro. Mescolate bene e controllate che la consistenza sia cremosa non troppo morbida, ma comunque agevole da girare.  Aggiungete il lievito in polvere, mescolate bene e mettete l'impasto negli stampi (leggermente oliati o imburrati anche se di silicone). Al centro di ogni stampo mettete un pezzo di cioccolato bianco. Cuocete in forno a 160° pre-riscaldato per 30 minuti. Per vedere se sono cotti infilate in un angolo di un cuoricino un coltello o uno stuzzicadenti, se esce asciutto vuol dire che i cuoricini sono cotti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di toglierli dagli stampi. Fate fondere il cioccolato bianco nel microonde (bastano 1-2 colpetti da 30 secondi)  o a bagnomaria e aggiungere il cocco, l'aroma rum. Mescolate rapidamente perché il cioccolato si addensa man mano che si raffredda. Tagliate in due il cuoricino e farcitelo con il cioccolato al cocco e mettetene un po nell'incavo del cuoricino (se lo stampo che avete scelto lo prevede). Mettete in frigo per addensare il cioccolato e cospargetelo di zucchero a velo al momento di servirlo. Se lo servite alla persona amata.. andrà semplicemente in visibilio.. e il resto sarà noia.. 


:-D







 
 

giovedì 13 febbraio 2014

Frittata di zucchine e ricotta

Una frittata finalmente! Le uova sono sempre bistrattate, ma buonissime e molto salutari. Questa ricettina è buona, sana e permette di riciclare un po di ingredienti che da soli rendono poco. E' buona anche fredda da portare nel porta pranzo in ufficio il giorno dopo o da lasciare ai ragazzi quando tornano da scuola per pranzo..

Ingredienti:
4 uova,
2 cipolle medie o 1 grande
4 zucchine
125g ricotta vaccina asciugata dal siero
4 cucchiai di olio evo
80gr di parmigiano o grana grattugiato
sale e pepe q.b.

Mettete a scolare la ricotta in un colino a maglie strette, affinché sia asciutta. Far imbiondire la cipolla tagliata fine con 2 cucchiai di olio nella saltapasta o in una padella. Aggiungeteci le zucchine tagliate a rondelle fini aiutandovi con una mandolina o un coltello. Cuocete con il coperchio per 10 minuti girando spesso, quando zucchine e cipolle saranno ammorbidite aggiungete il sale e il pepe e mettete da parte. Riscaldate gli altri 2 cucchiai di olio nella padella distribuendoli uniformemente. In una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale e pepe, il parmigiano o grana, la ricotta e le zucchine saltate. Quando l'olio nella padella sarò ben caldo aggiungete il contenuto della ciotola e distribuite uniformemente con l'aiuto di una spatola o un cucchiaio. Lasciate cuocere 10 minuti da un lato e poi capovolgetela aiutandovi con il coperchio della padella. Fate asciugare bene la frittata e fate attenzione a non scottarvi! Controllate la cottura che non deve bruciare! Moderate il fuoco se serve e tenetela d'occhio. Quando sia sarà asciugata e sarà ben compatta e dorata servitela su un piatto da portata tagliata a spicchi.




 


martedì 11 febbraio 2014

Castagnole Stregate

Le castagnole sono, insieme alle frappe o chiacchiere, i dolci più apprezzati a carnevale, ovviamente per i più piccoli senza liquore e accompagnati ad una bella spremuta di arance rosse sono perfette. Per i più grandi, al posto dell'alchermes o del vino io ho provato un liquore che amo moltissimo: lo Strega di Benevento. Mi ricorda quando ero piccola, mia madre ne aveva sempre una bottiglia in casa e con gli impasti dolci è buonissimo!! Provatele, sono semplicissime e hanno un gusto particolare con questo liquore.. che ci sta benissimo con il carnevale .. infondo tutte le donne sono un po' angeli e un po' streghe..

Ingredienti: 

350 gr di farina
80 gr zucchero
50 gr olio di semi o burro
3 uova
1 stecca di vaniglia o della vanillina
1/2 bustina di lievito
1 bicchierino di Strega di Benevento
500 gr di olio per friggere

Mettete in una ciotola, o nella planetaria, la farina, le uova, lo zucchero, l'olio  o il burro ammorbidito a temperatura ambiente, la vaniglia, un pizzico di sale, il liquore e amalgamate sommariamente con una forchetta. Poi aggiungete il lievito e mescolate bene. Poi trasferite l'impasto su di una spianatoia e impastate con vigore per ottenere un impasto setoso compatto e morbido; eviterà che si spacchi troppo in cottura. Mettetelo in una busta frigo o dentro una pellicola e riponetelo in frigo almeno 30 minuti a riposare. Riprendetelo e lavoratelo per renderlo di nuovo compatto e setoso. A questo punto potete lavorare dei piccoli pezzetti nelle mani per formare delle palline (possibilmente tutte uguali oppure formare dei salamini di pasta dello spessore di un centimetro circa e tagliateli a pezzetti di 1.5 cm circa l'uno. Scegliete il metodo che preferite. Friggete le castagnole poche per volta a fiamma moderata. Saliranno presto a galla e ruoteranno da sole. Cuocetele fino a doratura. Scolatele dall'olio in eccesso con della carta paglia (l'ideale) e rotolatele nello zucchero semolato. Preparate una tavola colorata e divertente e chiamate i golosi di casa.. che avranno già sentito l'odore della frittura dolce che si è diffusa in casa. Un altro dolce per il carnevale sono le bombette di patate!